RISACCA PROJECT: la start up Made In Italy per riciclare la plastica che inquina il mare

RISACCA PROJECT: la start up Made In Italy per riciclare la plastica che inquina il mare

Risacca Project è il progetto sostenibile nato dall’idea e le competenze di 3 under 35 siciliani, che insieme al nostro aiuto potrebbe presto diventare realtà.

Scopri insieme a noi di che si tratta e cosa possiamo fare per contribuire a realizzarlo!

Candele fai da te: ecco come creare la tua Eco Candela in cera di soia! Lettura RISACCA PROJECT: la start up Made In Italy per riciclare la plastica che inquina il mare 4 minuti Prossimo Cocktail sostenibili: le proposte greener di Artisan Café

Quanto sarebbe bello se esistesse un’iniziativa in grado di ripulire i nostri mari dalle reti da pesca, per poi utilizzarle come materiale per creare nuovi prodotti, generando anche nuovi posti di lavoro?

E se ti dicessimo che, con un piccolo aiuto da parte di molt*, tutto questo potrebbe diventare realtà grazie a Risacca Project? 

Che cos'è e chi è Risacca Project

In pochi mesi hanno riciclato più di una tonnellata di reti da pesca, hanno realizzato e testato i primi prodotti e hanno già vinto il premio europeo Green Impact Med.

Stiamo parlando del Team di Risacca Project, formato da Carlo Roccafiorita, Cristiano Pesca e Federica Ditta.

 

Sono tre professionisti under 35 di Mazara del Vallo che hanno deciso di sfruttare le rispettive competenze per avviare un bellissimo e ambizioso progetto di tutela del mare in un’ottica di economia circolare.

La missione di Risacca Project è quella di promuovere soluzioni innovative sul riuso e il riciclo degli scarti dell’industria ittica, dalle reti da pesca alla plastica recuperata in mare.

Essendo Mazara del Vallo da sempre un porto peschereccio, le reti da pesca abbandonate costituiscono un grosso problema di inquinamento marino.
Da qui nasce l’idea di recuperarle riutilizzandole per la produzione di nuovi oggetti, creando inoltre nuove offerte di lavoro per la comunità locale.

Risacca LAB - Come trasformare i rifiuti in risorse

L’obiettivo di Risacca Project è quello di creare il Risacca LAB.

Si tratta di un centro per il riciclo all’interno di un container rigenerato in cui verrebbero raccolti i rifiuti che, attraverso l’uso di macchinari innovativi (stampante 3D, estrusore, trituratore, sheetpress) possono essere trasformati in prodotti di diverso genere, dalle penne agli oggetti di arredo.

 

Risacca LAB non sarà solo un centro per il riciclo, ma anche una sartoria sociale: 3 artigiani locali realizzeranno i prodotti ottenuti dal riuso delle reti da pesca, rifacendosi alla tecnica della sarcitura, originariamente utilizzata per la riparazione delle reti da pesca.

Un perfetto mix di tradizione e innovazione!

 

Il laboratorio sorgerà nel parco di Periferica, un’organizzazione che promuove la rigenerazione urbana attraverso processi sociali, culturali ed artistici.

Il sogno però è molto più grande.
La nostra visione – afferma Carlo – è di replicare il Risacca LAB in ogni porto italiano. Vediamo Mazara come un primo test per rispondere ad un bisogno diffuso in molte città e comunità nate intorno al mare”.

Risacca Project ha bisogno di noi!

L’inquinamento è ormai un’urgenza globale” – racconta Federica – designer del gruppo – nel loro video di presentazione.

Il nostro stile di vita ci ha spinti finora a produrre moltissimi rifiuti, la plastica è presente nel DNA del pianeta ammalando gli ecosistemi e si stima che nel 2050 i nostri mari avranno più plastica che pesci.

L’importanza di sviluppare questo progetto per far fronte alla crisi da inquinamento che stiamo vivendo è fondamentale, tanto che Risacca è stato selezionato da Impatto+, il bando di Banca Etica che promuove le iniziative ad impatto ambientale e sociale.

Da qui è nato il crowdfunding, una raccolta fondi necessaria per riuscire ad avviare il progetto.
Ed ecco che entriamo in gioco noi greeners!
Per sostenere l’iniziativa è possibile fare una donazione dal sito di Produzioni dal Basso.

Un incentivo?
Per ogni donazione (a partire da €10) è prevista una ricompensa!

Dai buoni sconto ai prodotti omaggio, fino ad arrivare ai workshop di 3 giorni su sartoria e riciclo e alla partecipazione alla realizzazione del Risacca LAB!
Il crowdfunding termina il 13 febbraio, resta poco tempo.

Condividi questo articolo con la tua community: Risacca Project ha bisogno di noi!