Menu di pasqua veg

Menu di pasqua veg

Tra pochi giorni si avvicina la Pasqua! Nel 2022 ormai quasi 1 persona su 10 segue un’alimentazione vegetariana o vegana e per questo o al tavolo ci sarà qualcuno che non mangerà carne o quel qualcuno potresti essere Tu!

Vediamo cosa possiamo preparare per un pranzo da leccarsi i baffi.

5 idee regalo green per la festa del papà Lettura Menu di pasqua veg 9 minuti

Anche noi facciamo parte dei quasi 5 milioni di italiani che hanno eliminato la carne animale dalla loro dieta.
Da quando abbiamo fatto questa scelta, ci si è aperto un mondo e dobbiamo ammettere di essere felicissime.

Perchè?

Perchè, oltre a non sostenere più un’industria di cui non condividiamo i valori e i metodi, stiamo scoprendo sempre nuove ricette, nuovi sapori e nuove bontà!

Per questo, oggi vogliamo condividere con te il menù che prepareremo a Pasqua e Pasquetta anche ai nostri amici onnivori, curiosi di scoprire nuovi gusti !

Come forse sai già, oltre seguire una dieta plant based, stiamo molto attente alla stagionalità di quello che mangiamo.
Se anche tu, vuoi ricevere ogni mese una lista della frutta e verdura del mese e 3 ricette vegetali basta che clicchi qui e al resto pensiamo noi.

Ecco qui il nostro menu pasquale vegetale super colorato, felice, gustoso e a prova di onnivoro!

Abbiamo incluso due scelte di antipasti, due scelte di primi, due secondi e due dolci.

Pronti ai fornelli? Via!

 

Antipasti sfiziosi e croccanti

1. Grissini di pasta sfoglia veg con concentrato di pomodoro e origano o al pesto di pistacchi o al pesto di basilico.

Come si preparano? Fai (o acquista) una pasta sfoglia rettangolare veg come questa.

In una ciotolina metti del doppio o triplo concentrato di pomodoro, un pizzico d’aglio in polvere, olio, origano, pepe e un pizzico di sale.
Se preferisci la versione al pesto, aggiungi solo il pesto!

Stendila su metà superficie e piegala su stessa.

Taglia le striscioline e poi via in forno ventilato per 10 minuti a 200 gradi.

Fanno croc e poi yum.
A prova di onnivoro!

menu pasqua vegano

Foto by Giallo Zafferano

 

2. Bruschette con humus rosa e pomodori secchi

Avrai bisogno solo di questi ingredienti: 450 grammi di ceci già cotti, una barbabietola bollita e sbucciata, 2 cucchiai di olio e 2 di salsa tahina e il succo di 1 limone.
Per chi piace si può aggiungere anche uno spicchio di aglio.
Noi preferiamo farlo più leggero e non metterlo. Lasciamo a te la scelta !

Metti tutto nel mixer o nel frullatore e trita/frulla!

Abbellisci con qualche semino e rametto di timo e poi crea delle bruschette.

Taglia il pane, passalo alla griglia, spalma l’humus e poi aggiungi il pomodoro secco. Un filo d’olio e poi…scrunch!

Colorato, gustoso e super buono!

humus di barbabietole menu di pasqua veg

Foto by Food Blog

 

Primi piatti

1. Pasta al pesto fatto in casa!

Aprile porta con sé gli ultimi asparagi selvatici, gli agretti e le prime fave. 
Che dici di stupire tutti con un pesto fatto in casa?

Non è così difficile come sembra!

Pulisci il mixer dall’hummus e mettici noci, mandorle e tutta la frutta secca che ti piace. Tienine un po’ da parte per aggiungere la parte crunchy alla fine.

Metti nel mixer anche un pizzico di sale, uno spicchio d’aglio e gli agretti bolliti o gli asparagi bolliti e tagliati a pezzetti o le fave sgusciate. 

Aggiungi un filo d’olio e mixa tutto.
Il nostro consiglio è quello di aggiungere anche un ghiaccetto per tenere il verde acceso.
Perchè anche l’occhio vuole la sua parte! 🙂

Fai bollire la pasta (non buttare l’acqua una volta pronta – è ottima per sgrassare altre pentole!) e poi mischia il pesto all’interno di una marmitta.

Impiatta nei singoli piatti e aggiungi il tritato di noci che era avanzato.

Aggiungi un filo di olio extra vergine di oliva bio (ti promettiamo che sentirai la differenza!) ed il gioco è fattto!

 

2. Risotto agli asparagi e limone

Metti sul fuoco un tegame antiaderente dai bordi alti, aggiungi la cipolla tritata fine e un mestolino di brodo vegetale.

Lascia stufare a fiamma media.

Nel frattempo lava gli asparagi selvatici e tagliali a pezzetti.

Quando la cipolla sarà diventata tenera ed il brodo sarà evaporato, aggiungi il riso.

Lascialo tostare a fuoco vivace mescolando continuamente per circa un minuto. Come dice Sonia, il risotto desidera amore e non va mai abbandonato! 🙂

A questo punto aggiungi gli asparagi (a parte le punte), un mestolo di brodo vegetale caldo, aggiusta di sale e metti la fiamma al minimo.

Lascia cuocere il risotto per 20 minuti, mescolando ogni tanto ed aggiungendo di volta in volta un mestolino di brodo vegetale. 

Quando mancano due minuti alla fine della cottura aggiungi anche le punte degli asparagi e l’ultimo mestolino (stavolta un po’ di meno) di brodo. Quando il risotto è morbido e il brodo completamente assorbito siamo pronti a spegnere il fuoco.

Una volta spento aggiungiamo al riso l’olio, il succo di limone e il cucchiaio di farina di mandorle o il lievito alimentare a scaglie.

Impiattiamo con il classico colpo di palmo sotto al piatto e aggiungiamo del pepe macinato fresco e la scorza di limone grattugiata finemente (attenzione a non mettere la parte bianca che è amara).

risotto asparagi e limone menu pasqua veg

Foto by Leitv

 

Seconde portate

1. Polpettine di patate e spinaci su sugo di pomodoro

Fai bollire in acqua non salata patate e spinaci.

Mettili in un frullatore con un po’ di sale, pepe, un cucchiaio di salsa di soia, un cucchiaio di olio e qualche aghetto di rosmarino. Frulla tutto.

Bagnati le mani con dell’olio, quindi con il composto appena frullato, crea delle palline fra le mani.
Se non riesci, aggiungi all’impasto un po’ di pane grattugiato o di lievito alimentare così si asciugherà e diventerà più facile.

Passa tutte le palline nel pane grattugiato per creare una crosticina esterna più croccante.

Infine, cuocile in forno ventilato per 40 minuti a 180 gradi.

Nel frattempo prepara il sugo di pomodoro (va benissimo in qualsiasi salsa e come lo preferisci tu.) Noi di solito facciamo rosolare dello scalogno e poi buttiamo la salsa e facciamo cuocere per 10 minuti. Sul finale aggiungiamo dell’origano.
Ti consigliamo di aggiungere un pizzico di zucchero per togliere l’acidità e un po’ 
di sale e pepe. Sarà la salsa perfetta che mette d’accordo tutti e tutte!

Polpette di patate e spinaci menu di pasqua veg

Foto de La Chicchetta

 

2. Farinata agli agretti con i porri

Metti in una ciotola 800 ml di acqua fredda per 250 gr di farina di ceci.

Amalgama il tutto fino a togliere i grumi.

Poi aggiungi l’olio versandolo a filo e un cucchiaino di sale. Continua a mescolare fino a ottenere un composto omogeneo e lascia riposare 30 minuti.

Nel frattempo in una pentola fai soffriggere i porri con gli agretti e aggiungi le spezie che ti piacciono (noi abbondiamo sempre di pepe!).

Versa il composto in una teglia e mettila in forno a 220° per 10 minuti o fino a quando sulla superficie si sarà formata una crosticina.

Ritirala facendo attenzione a non scottarti e servila a tavola, calda o tiepida!

 

Due dolci, anzi tre!

1. Budino di chia con fragole e frutta di stagione

In un bicchiere o in un barattolo di vetro (puoi anche riciclare un contenitore di vetro) versa i semi di chia e ricoprili con il tuo latte vegetale preferito.

Mescola per bene più volte con un cucchiaino, per distribuirli nel latte vegetale in modo omogeneo. 

Controlla dopo mezz’ora che i semi di chia abbiano ancora latte vegetale per continuare a gonfiarsi. 

Se la consistenza è già gelatinosa, aggiungi un po’ di latte e mescola nuovamente.

Lascia riposare una notte in frigorifero. I semi di chia assorbiranno il latte e si gonfieranno. Il composto risulterà simile ad un budino.

La mattina dopo guarnisci il tuo budino con la frutta tagliata (del kiwi si può mangiare anche la buccia!), la granola, la frutta secca e il dolcificante che hai scelto. Puoi aggiungere anche della marmellata!

budino semi di chia menu di pasqua veg

Foto by Make You Greener

2. Pancake alla banana con nocciolata e fragole

Metti in una ciotola una banana e schiacciala.

Aggiungi il latte vegetale e mescola.

Infine aggiungi anche la farina e il lievito, e mescola finché non si creerà una cremina un po’ liquida (non troppo).

Scalda una padella e passaci un filo di olio, quindi versa un mestolo di cremina sulla padella.

Quando vedi crearsi le bollicine sulla parte sopra è ora di girarli!

Quando raggiungeranno un colorino marroncino è ora di tirarli fuori dalla padella e adagiarli su un piatto!

Noi li adoriamo con un po’ di nocciolata e fragole di stagione!

3. Fragole in succo di arancia

Cerchi qualcosa più light?

Taglia le fragole a pezzetti non troppo piccoli. Più precisamente a metà in modo trasversale.

Togli le foglie ma non buttarle, mettile in una brocca d’acqua e aggiungici un po’ di menta. Uscirà un’acqua aromatizzata squisita!

Ma torniamo alle nostre fragole!
Dopo averle tagliate e pulite mettile in una ciotola che ricoprirai di succo d’arancia. Semplice, facile… ma niente di più buono.

Puo’ restare in frigorifero per più giorni. Se resiste. Se le conosci già beh… sai di cosa stiamo parlando.

Se invece è la prima volta… facci sapere!


Buon appetito!

Ed ora non ti resta altro da fare che goderti la giornata.
Cammina a piedi nudi.
Osserva gli uccellini e annusa i fiori.
Te lo prescriviamo come fa il dottore.
Poi dicci come ti senti!

Se prepari qualche piatto o ci pensi a noi ci fa piacere e se ce lo fai sapere taggandoci ti riposteremo.
Attiviamo l’effetto farfalla !

Buona vita.