Esiste una banca etica?

Esiste una banca etica?

Se ci fossimo poste la stessa domanda anche solo un paio di anni fa, a primo impatto saremmo rimaste di stucco.

Perché le banche non dovrebbero essere etiche? 

Esistono da centinaia di anni e sono soggetti fondamentali per l’organizzazione della nostra economia.

Permettono alle persone di gestire i propri risparmi e fare investimenti. 

Finanziano grandi progetti e rendono possibili azioni che i piccoli risparmiatori farebbero fatica a far diventare realtà.

Menu di pasqua veg Lettura Esiste una banca etica? 5 minuti

Banche, combustibili fossili e cambiamento climatic

La scelta rispetto a chi e dove destinare questi finanziamenti è cruciale.
Secondo il rapporto di Banking on Climate Chaos le 60 banche più grandi del mondo hanno hanno investito 4600 000 000 000 (quattromila e 600 miliardi di dollari) nell’industria dei combustibili fossili.

La Global Oil & Gas Exit List mostra che l'espansione upstream di petrolio e gas è notevolmente concentrata. Sono infatti solo 20 le società responsabili di oltre la metà delle spese per lo sviluppo e l'esplorazione di nuove riserve. Anche il sostegno bancario a queste società è notevolmente concentrato: le prime 10 banche di quelle prime 20 società sono responsabili del 63% dei finanziamenti a partire dall’accordo di Parigi del 2015.

esiste una banca sostenibile

Ecco perché diventa importante sapere dove vanno i finanziamenti delle banche. Ed ecco perché è fondamentale che le banche che si definiscono sostenibili interrompano il flusso di finanziamenti a qualsiasi azienda che espande i combustibili fossili.

L’eccezione di Banca Etica 

In Italia siamo fortunati perché abbiamo una Banca che si è data l'etica come obiettivo sin dalla nascita.

Un’istituzione fondata su solidi principi che prevedono l’esclusione di finanziamenti che vanno contro gli interessi collettivi quindi nessun finanziamento alle imprese che si occupano dell’estrazione e distribuzione dei combustibili fossili e neanche nessun finanziamento verso aziende che producono armi.

Spesso ci viene detto di andare a guardare da dove vengono o dove vanno a finire i soldi per capire la causa di certi fenomeni e l’origine di certi problemi.

Affidando i nostri risparmi a Banca Etica possiamo essere certi di non essere complici di un sistema che non condividiamo.

Scegliendo Banca Etica diventiamo parte di una comunità di persone che ha scelto le persone prima del profitto.

Sembra superfluo sottolinearlo ma non lo è per niente in un contesto storico, sociale ed economico in cui l’esclusione di tanti in favore degli interessi di pochi resta la norma e non l’eccezione.

banca etica banca sostenibile

Ma come funziona Banca Etica?

Esattamente come le altre banche. Lo so perché a giugno ho aperto il mio conto in Banca Etica e l’ho fatto completamente da remoto tramite il mio computer.
Puoi fare i bonifici, i giroconti, i versamenti.
Puoi chiedere mutui, prestiti e finanziamenti.

Banca Etica è anche una banca cooperativa. Questo significa che puoi diventare anche tu un azionista, avere voce in capitolo nell’assemblea dei soci e votare sul suo sviluppo.
Attualmente sono già 46000 le persone socie e 100000 quelle che hanno deciso di credere a questo progetto e di aprire un conto con questa banca speciale.

Perché questa Banca è etica? 

Sì, Banca Etica è una banca speciale, ma soprattutto lo è perché a differenza delle istituzioni che abbiamo visto sopra, Banca Etica decide di finanziare solo progetti che producono impatti sociali ed ambientali positivi
Le persone che lavorano a Banca Etica selezionano solo iniziative economiche che migliorano le nostre comunità e la vita delle persone.
Valutano il profilo economico, sociale ed ambientale di ogni richiesta di finanziamento e rendono sempre pubblici i crediti che eroghiamo.

... ed è anche una Banca Trasparente

Banca Etica non ha niente da nascondere e fa della trasparenza il suo principio guida.

Prima di dare credito ad un’impresa valuta tutti gli aspetti economici tramite un’analisi tecnica accurata. E’ infatti una banca a tutti gli effetti ed anzi è un caso di crescita positiva notevole visto che i dati evidenziano un utile netto consolidato di 16,7 milioni di euro.

ll Gruppo Banca Etica ha chiuso l’esercizio 2021 con l’utile più alto di sempre e in forte crescita rispetto al 2020. 
In crescita anche la fiducia da parte dei clienti poiché la raccolta diretta di risparmio ha raggiunto i 2 miliardi e 281 mila euro con una crescita del +13,1% rispetto all’anno precedente e del +66% dal 2017. Nello stesso periodo la raccolta diretta del sistema bancario italiano è cresciuta del +19%.
Segno che dimostra come la finanza etica sia non solo positiva per l’economia reale ma anche economicamente florida e sostenibile a tutti gli effetti.
In un sistema in cui la maggior parte delle banche si concentra in modo predominante sulla speculazione finanziaria, Banca Etica sceglie di sostenere le persone.
E’ l’unica banca in Italia e tra le poche in Europa che rende pubblico l’elenco delle imprese e delle organizzazioni che finanzia.

Abbiamo raccolto alcune domande ricorrenti su Banca Etica e abbiamo video intervistato Mattia Orfino, che lavora per l'Ufficio C.A.R.E. di Banca Etica. 
Puoi vedere il nostro scambio a questo link

Continua a leggere